The Dolomiti Biker’s Tour: Il viaggio comincia

IMG_4621

Primo giorno di viaggio: Dalla Pianura Padana ai paesaggi Friulani

Il nostro viaggio inizia una mattina soleggiata di giugno. Io, Enza e Giusy, ci ritroviamo una dopo l’altra lungo il percorso che da Milano ci porta a Udine, nostra prima tappa.

Il viaggio in autostrada è noioso come per tutti gli amanti delle due ruote, ma la scelta è quasi obbligata per raggiungere velocemente il punto di partenza. A Udine, infatti, ci aspetta Michela che ci ospiterà per due notti. Il pranzo è il momento del nostro ritrovo e l’entusiasmo di rivedersi e di condividere questo tour atteso da mesi ci si legge negli occhi.

Nel pomeriggio io e Michela rimontiamo in sella per un breve giro verso San Daniele del Friuli in un percorso ad anello di circa 100km.

itinerario Udine

Usciamo dalla città imboccando verso Est la SP17 in direzione Attimis per poi proseguire sulla SR356 decisamente più serpeggiante e immersa nel verde. Arriviamo a Tarcento, uno dei paesi della zona Pedemontana delle Prealpi Giulie.

Le strade da queste parti sono poco trafficate rispetto a quelle a cui sono abituata nel milanese ed è un piacere scorrere tra i borghi e le campagne friulane.

Scendiamo di nuovo a valle verso Fagagna considerato uno dei Borghi più belli d’Italia e famoso per il suo formaggio tipico, che purtroppo però non ho avuto il piacere di assaggiare, e risaliamo verso San Daniele del Friuli dove è nostra intenzione fermarci per una sosta.

Sono curiosa di vedere la cittadina in cui nasce il prosciutto omonimo ma aimè la zona pedonale è tutta chiusa in previsione di una festa di paese e pertanto niente assaggi gastronomici.

La mia “guida turistica”, Michela, ripiega per un altro percorso naturalistico e mi porta a vedere il fiume Tagliamento. Il colore verde smeraldo delle sue acque risalta sul letto bianco e ghiaioso rendendo suggestivo il paesaggio.

IMG_4617

Il cielo si annuvola e qualche goccia comincia a bagnare le nostre visiere. Bisogna rientrare in città prima del previsto. Tagliamo dritte su un percorso meno emozionante ma più rapido per evitare la pioggia.

La prima serata la passiamo a brindare come sanno fare bene da queste parti, e tra le osterie del centro scegliamo Al Cappello. La musica di una rock band in piazza ci fa da cornice mentre ci deliziamo con le sfiziose tartine: leviamo in alto i calici e… “al nostro viaggio, ragazze!”.

Domani ci attendono strade e paesaggi inaspettati.

di Ester Memeo

Leggi le mie note di viaggio

 

 

Rispondi