Donne e moto: quello che gli uomini pensano davvero sulle donne motocicliste

Donne e motori, si sa, fa rima con dolori. E se dicessimo donne e moto? 

Le donne in moto sono ancora una piccola minoranza rispetto alla popolazione totale di motociclisti. Qualcuno ci definisce “fenomeno sociale” con un potenziale di espansione degno di nota.

Saremo anche in forte crescita ma il fatto è che, proprio perché siamo ancora relativamente poche, destiamo un po’ di curiosità quando ci mettiamo alla guida di una motocicletta.

E noi questo lo sentiamo, lo percepiamo dagli sguardi di chi ci affianca ai semafori o da chi vede la nostra chioma sciogliersi sotto il casco.

Un pizzico di orgoglio c’è, senza dubbio, ma eviteremmo volentieri quella sensazione di disagio nel sentirci sotto esame da chi ci osserva. Come se tutti i soggetti di sesso maschile stessero lì a pensare e a giudicare chissà cosa sulle nostre performance o competenze motociclistiche.

La verità è che noi donne siamo le prime a barricarci dietro gli stereotipi e a credere di sapere tutto su quello che gli altri, gli uomini, pensano al riguardo.

Ecco perché ho deciso di intervistarne qualcuno e di chiedere loro cosa pensano davvero delle donne motocicliste.

  • Carattere. Non importa che età abbia, la donna motociclista ha grinta da vendere. Tenace e a volte caparbia, se ha deciso di vivere le due ruote lo fa fino in fondo con un gran senso di praticità e immediatezza senza badare troppo a superflui dettagli esteriori.
  • Passione. La moto non rappresenta per loro un simbolo esibizionistico o uno status sociale come invece alcuni uomini la considerano. Quando c’è passione, la vivono con molta interiorità. La moto diventa una vera compagna.
  • Fascino. Sarà anche pratica e immediata, ma la donna motociclista ha pur sempre un suo perché. Il fascino non deriva da un tacco 12, da una scollatura generosa o dall’essere bellissime. Ha più a che fare con ciò che siamo dentro, con ciò che trasmettiamo in un linguaggio non verbale. L’originalità, uscire dalla massa, crea attenzione. E ciò che è raro attrae, già solo per il principio di scarsità.
  • Coraggio. Essere originali richiede coraggio, amor proprio e una buona dose di ironia. E questo gli uomini glielo riconoscono. Anche solo per il fatto di uscire dagli schemi e abbattere qualche barriera sociale che le vorrebbe amabilmente in altre faccende. Insomma, hanno una marcia in più.
  • Attenzione alla sicurezza. Un punto a favore delle donne motocicliste che gli uomini confessano. Prima di tutto pensano alla propria sicurezza e poi alla bellezza. Già, perché in moto non si scherza e questo lo sanno bene. Non per niente sono quelle più attente ad una guida sicura, ad una buona tecnica e si affidano a corsi professionisti per migliorarsi sempre più. Su questo proprio non hanno rivali.

“God made some women perfect. The others he put in cars.”

Dulcis in fundo, senza nulla togliere a tutte le donne automobiliste, questa è stata la risposta più cool tra tutte quelle ricevute.

Non ci resta che ringraziare.

Ester Memeo

Rispondi